Altri progetti:

Il
Magorabin

Il punto di partenza per la definizione dei caratteri distintivi di questo progetto è stata l’idea di mixare un tono contemporaneo, cosmopolita e dal gusto internazionale con l’evocazione del gusto storico ed indistinguibile torinese. Lo chef stellato Marcello Trentini, voleva per il suo nuovo Magorabin un'atmosfera newyorkese in cui accogliere i suoi ospiti, in un ambiente intimo e lussuoso, dalla forte caratterizzazione scura.

Il vecchio pavimento in cemento dipinto è stato coperto da un legno che ripropone il disegno storico della lisca di pesce, in maniera molto attuale ed allungando visivamente lo spazio longitudinale della sala somministrazione.

Materiali come il ferro ed il legno, così diversi tra loro nell’estetica ed in forte contrapposizione cromatica, si ripetono all’interno degli spazi, incorniciati da sofisticati tendaggi in tessuti di lana maschili e dalla carte da parati a rilievo, che con la loro profondità scura, rendono acusticamente  ovattato il luogo di conversazioni private. La tavola è un palcoscenico sobrio e minimale, con una base in legno nero carbonizzato, su cui spicca ogni piatto grazie all'illuminazione puntuale ad altissima resa cromatica.

TIPOLOGIA

Ristorante

LUOGO

Torino (TO), Piemonte

ANNO

2018